STAMPA SUGLI IMBALLAGGI / PROCEDIMENTO DI STAMPA – PRESTAMPA / PREPARAZIONE DEI DATI / GESTIONE DEI DATI

La stampa degli imballaggi, alla Bourquin, va ben oltre le semplici prestazioni di stampa. Sosteniamo i nostri clienti in tutto ciò che concerne la stampa degli imballaggi. Di questa fa parte anche una prestampa performante con una preparazione dei dati a regola d’arte e un adeguamento professionale al procedimento di stampa scelto.

Che si tratti di analisi di fattibilità, realizzazione del design, consulenza tecnica o di stampa degli imballaggi pregiata e individuale: noi disponiamo delle necessarie competenze tecnologiche e gestiamo diversi procedimenti di stampa. La nostra gestione dei colori con prova colore certificata, adeguata alle diverse macchine tipografiche, rende possibile il miglior controllo della stampa degli imballaggi in una fase preliminare e assicura una qualità costante al momento della realizzazione del procedimento di stampa definito.

Flessografia

La flessografia è un procedimento di stampa molto semplice e impiegato universalmente, soprattutto nel settore della stampa degli imballaggi. Si tratta di un procedimento diretto ad alta pressione, nel quale le superfici inchiostrate e non inchiostrate si trovano a diverse altezze su di una matrice flessibile. È possibile stampare i più svariati materiali per l’imballaggio primario e secondario, dalle serie piccole a quelle molto grandi.

La stampa della carta avviene con inchiostri ad acqua non pericolosi per gli alimenti. Nella stampa su carta e su cartone ondulato vengono ottenuti risultati di stampa molto buoni. La flessografia è particolarmente adatta alle tonalità piene e alle raffigurazioni a reticolo. Grazie all’impiego delle più recenti tecnologie nella prestampa, nella realizzazione delle matrici e nelle stampanti utilizzate, è possibile ottenere la massima qualità di stampa per le immagini scelte. Nella flessografia, negli ultimi anni, si sono sviluppate diverse tecniche di stampa: in generale, si distingue tra «preprint» e «postprint». L’impiego della flessografia trova applicazione tipicamente negli imballaggi da trasporto, negli imballaggi da scaffale o contenitori e negli imballaggi da spedizione.

-> Preprint (cartone ondulato) – in questo caso viene stampato prima il lato esterno di carta del cartone ondulato, che successivamente viene applicato sulle ondulazione con la copertina interna = prestampa a rullo.
-> Postprint (stampa diretta sul cartone ondulato) – in questo caso si tratta di una forma di flessografia nella quale la stampa avviene direttamente sul cartone ondulato.

Stampa offset

La stampa offset è un procedimento di stampa con matrice piana. In questo caso, le parti da inchiostrare vengono ricavate da una lastra tipografica di metallo piatta. La quantità di inchiostro trasferita viene misurata in linee/cm in tutti i procedimenti di stampa. Nella stampa offset (fino a 100 linee/cm) è possibile stampare più linee/cm sul substrato rispetto alla flessografia (da 18 a 54 linee/cm). Maggiore è il numero di linee, più nitida risulta l’immagine stampata se osservata da vicino. Quale procedimento di stampa con matrice piana indiretto, si basa sul principio fisico della repulsione di acqua e grasso. I punti da stampare e da non stampare si trovano praticamente su di un piano. Nella stampa offset si utilizzano inchiostri tipografici ad alta viscosità.

Questi inchiostri vengono applicati sulla carta tramite il cosiddetto cilindro della matrice (diretto) e il cilindro di caucciù (speculare). Gli inchiostri tipografici offset sono inchiostri pastosi che asciugano in modo ossidativo. Nella stampa si parla di inchiostri normali (CMYK) e inchiostri speciali. Gli inchiostri speciali, nella stampa offset, possono essere stampati in modo esatto e fedele dai diversi sistemi cromatici come Pantone, RAL o HKS (ad esempio per i loghi delle marche). Gli inchiostri standard vengono retinati nella stampa offset. Dato che i pixel vengono stampati gli uni accanto agli altri e gli uni sopra gli altri, viene creato un reticolo molto fitto. In questo modo, per l’osservatore prende forma un colore misto, che rende possibile una vasta gamma di colori. Creiamo le esperienze visive e tattili attraverso la finitura della stampa offset.

Sono spesso impiegate vernici per gli effetti lucidi e opachi o la vernice Iriodin per gli effetti perlacei. La doratura e la stampa a secco mettono in rilievo gli elementi grafici e testuali nella stampa offset. Possono essere realizzate anche delle finiture della stampa offset per motivi di qualità. Una vernice a dispersione favorisce ad esempio l’asciugatura più rapida e consente di ottenere una maggiore resistenza all’abrasione. La stampa offset può essere impreziosita anche con una vernice antiscivolo. Il rivestimento filmogeno (plastificazione) protegge l’immagine offset anche dagli agenti meccanici.

Stampa digitale

Questo procedimento di stampa rappresenta un procedimento di stampa senza contatto. Questo significa che non sono necessari supporti di stampa/matrici separate. L’immagine da stampare viene trasmessa direttamente alla macchina tipografica dal computer.

Rispetto ad altri procedimenti, come ad esempio la stampa offset o la flessografia, in questo caso non è necessaria la costosa configurazione della macchina. La stampa digitale è adatta alle piccole tirature e alle medie tirature in diversi formati. Alla luce dei bassi costi di configurazione, si ottengono dei buoni vantaggi di costo rispetto agli altri procedimenti di stampa. Quanto a risoluzione, la stampa digitale è paragonabile alla stampa offset. Pertanto, la stampa digitale è perfetta per gli imballaggi e gli espositori di alta qualità in piccole tirature.

© Bourquin SA - 2021 - Flavian Grieder